domenica 2 febbraio 2014

Dipingere Pitturare Patinare vecchi mobili

Nuova vita ai mobili con pitture e patine. Non c'è niente di meglio per dare personalità a un mobile. Chic, retro o country, su legno o su metallo, le patine si declinano in modi diversi, ma sempre con classe. Anticare, laccare, decorare, smaltare un mobile può cambiarne l'effetto immediatamente! 

Ecco il tavolino che per primo subisce un intervento di restauro:

ridipingere alcuni piccoli mobili può ridare loro luce, stile e carattere:

Marzia Sofia dipinge in stile gustaviano:

ridipingere alcuni piccoli mobili può impreziosirli in modo inaspettato:

anche il pianoforte subisce un intervento di restauro:
www.kammyskorner.com


si riattualizza questa piccola scrivania con serranda:
repurposedvintagefinds.blog


ridipingere alcuni piccoli mobili senza più carattere può rivelare delle sorprese:
magicbusmodena.blog


prima dell'intervento era davvero senza fascino, ora è imperdibile:
www.kammyskorner.coml


una vera sorpresa e una vera rinascita per questa credenza:
repurposedvintagefinds.blog


qualsiasi pannello di legno diventa stupendo:
littlemissmaggie1.blog


certi rilievi dipinti in bianco sono eleganti e eclettici
howtonestforless.com


una idea shabby chic assolutamente attuale:
littlemissmaggie1.blog


i vecchi cassetti si trasferiscono sulla parete al posto delle mensole:
namelyoriginal.blog


gustaviana e shabby chic questa sedia mantiene una certa regalità:
www.kammyskorner.com


riprende vita e stile questo tavolino da soggiorno:


a me sembra delizioso in questa nuova veste:
www.whimsicalperspective.com

le vecchie imposte di legno ora hanno una nuova funzione:


due panche hanno adesso un aspetto invitante con lo stencil arlecchino:
www.kammyskorner.com


una deliziosa bacheca ora ospita piccole piantine grasse:
www.ourminifamily.com


mentre una cornice ospita il prato per farfalle i nidi:
repurposedvintagefinds.blog


anche un vecchio baule può trasformarsi in un tavolino:
creatingalifenow.blog


anche la cassettiera scura Ikea si schiarisce ma... con il tessuto:
www.drivenbydecor.com

Nuovi colori per questo anno che comincia, nuovi piccoli interventi di recupero di oggetti e mobili che magari intendevamo buttare e che invece possono trovare una nuova forza, una nuova vita, un nuovo spazio.

In attesa che l'inverno passi infatti, dovendo stare a casa, magari perché piove o nevica, uno sguardo ad un vecchio mobile è un invito a rinnovarlo, a riscoprirlo. E allora proviamo!


E a chi è spaventato dall'impresa ho un consiglio: se qualcosa non richiede una grande forza fisica o un sacco di soldi, non c'è ragione perché non si possa fare. Non può essere così rapida e liscia come se fatta da un professionista, ma questo non significa che non si possa fare. Provare e non scoraggiarsi.

Chi lavora con le mani è un operaio. 
Chi lavora con le mani e con la testa è un artigiano.
Chi lavora con le mani, la testa e il cuore è un artista.
(San Francesco d'Assisi)

In linea di massima ecco cosa occorre in genere:

Carta vetrata per levigare il legno;
acqua calda e soda per togliere tracce di vernice vecchia;
stucco per riempire le crepe e le imperfezioni del legno;
cementite; smalto sintetico;
acquaragia per togliere le macchie di smalto dal pavimento e dai pennelli;
straccio per le sbavature e per pulire le mani;
pennello grande per le superfici ampie e pennello più piccolo per le rifiniture.


E ovviamente buona volontà!

Se volete vedere tutti i post sul fai da te = DIY cliccate qui







Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...