sabato 15 febbraio 2020

Piccolo è bello






















Piccolo è bello: da una tiny house ispirazioni per piccoli spazi

26 'Custom Napa Edition di Mint Tiny Homes
Questa 26 'Custom Napa Edition è stata realizzata da Mint Tiny Homes nella British Columbia, in Canada. La casa presenta splendidi accenti rustici in tutto.

L'esterno è in stile tradizionale con doppio tetto e rivestimenti in legno intervallati da due pezzi in metallo che si abbinano al tetto in metallo. La casa ha porte francesi e tre lucernari.

All'interno dell'edizione personalizzata per l'evento Napa ci sono pareti bianche e finiture in legno che contrastano con il bianco e aggiungono calore alla casa.

Il soggiorno ha una finestra panoramica sopra il divano. 
La cucina dispone di uno straordinario bancone in legno con motivo a quadri, armadi bianchi con tiranti in pelle, lavello bianco e scaffali in legno con staffe nere per tubi. Gli elettrodomestici includono un piano cottura a gas con cappa di ventilazione, forno e frigorifero full size con congelatore inferiore.

Scale con una ringhiera di legno e tubi metallo nero portano al loft camera da letto. Il soppalco ha un muro parziale per la privacy, una parete in legno dietro il letto e un lucernario.

Una porta (nel più classico e tradizionale stile granaio americano) conduce al bagno dove c'è un box doccia ad angolo con porta a vetri, un lavandino moderno e servizi igienici.

Crediti fotografici: James Alfred Photography
Mint Tiny Homes: Double Slide-Outs , Mint Loft # 7 , 26 'Custom Napa

#tiny home #small home # miniappartamenti #monolocali #cottage style #interiordesign #ristrutturare #easy tips #decotips #designer #interiors #décor

domenica 9 febbraio 2020

Another Pink ✣ rosa rosea ροζ pink розовый 粉紅色 وردي गुलाबी สีชมพู

♔ Another Pink ✣ rosa rosea ροζ pink розовый 粉紅色 وردي गुलाबी สีชมพู ♔










Si dice che le persone ottimiste vedano il mondo attraverso “lenti colorate di rosa”. Ma quale rosa? Io propongo un altro rosa...

Come conquistare la felicità può essere diverso per ognuno di noi. Le nostre passioni, aspettative, esperienze di vita, e anche le nostre personalità contribuiscono a definire lo standard o il livello di felicità che vogliamo sperimentare nella nostra vita. Alcuni trovano la felicità nella carriera, mentre altri preferiscono la felicità trovata nel matrimonio.

Non importa cosa pensare della felicità. Ci sono alcune strategie universali e provate nel tempo per portare e sostenere più felicità nella vita.

Forse ricette universali non esistono però ci sono dei modi di vivere una vita felice che possono essere adattati e anche personalizzati per soddisfare le diverse esigenze. Nel corso del tempo, queste strategie diventeranno abitudini positive che cambiano la vita, che iniziano a portare più felicità, gioia e relax nella vostra vita.

1. Inquadrare la situazione in modo corretto

Alcuni di noi vedono il bicchiere mezzo pieno, mentre altri vedono sempre il bicchiere mezzo vuoto. La prossima volta che sei travolto nel traffico, comincia a pensare a quanto è bello avere qualche istante per riflettere sulla giornata, concentrarsi su un problema che hai cercato di risolvere, o fare brainstorming sulla prossima grande idea. La prossima volta che capiti nella fila lenta al supermercato, invece di sbuffare cogli l'occasione per prendere una rivista e leggere qualcosa random. Regola importante: inquadrare in modo giusto e corretto la situazione. Ovvero NON ESAGERARE! Alla fine della giornata questo vi aiuterà ad essere molto meno stressati. Prendetevi il tempo per cominciare a notare ciò che è giusto e il mondo cambierà gradualmente davanti ai vostri occhi.

2. Gratitudine

Forse la gratitudine è il parametro della grandezza umana. (Adolfo L'Arco).
Quante volte dite la parola "grazie" in un giorno? Quante volte sentite la parola grazie in un giorno? Imparare ad essere grati è un allenamento, un esercizio indispensabile per "alleggerire" l'aria intorno a voi e ricevere quindi come feedback gioia e felicità. E' stimolante per chi vi sta intorno avere una persona riconoscente: li rende più ben disposti nei vostri confronti.

3. Percezione di sé

La percezione del proprio valore, insieme alle capacità posse­dute, è estremamente rilevante per affrontare problemi e difficol­tà; per impegnarsi in campi nuovi; in altre parole, per poter vive­re, sapendo bene quanto le situazioni nuove o la diversità in gene­re facciano continuamente capolino anche nelle azioni più abitu­dinarie e note della giornata. Non sono le difficoltà superate a di­mostrare che si vale, ma al contrario è la convinzione di valere che consente di superarle; come osservava già Seneca: «Non è perché le cose sono difficili che noi non osiamo, è perché non osiamo che sono difficili». Senza tale fiducia di fondo, la novità propria della vita con la sua im­prevedibilità o i suoi cambiamenti rischierebbero di trasformarsi in un incomodo da evitare a tutti i costi. 

Un modo per realizzare il flusso di una vera e sana felicità è quello di capire e individuare i nostri punti di forza e i nostri valori fondamentali. E poi iniziare a utilizzare questi tutti i giorni. Una volta consapevoli dei nostri punti di forza possiamo meglio integrarli in tutti gli aspetti della nostra vita. Attenzione però: qualità positive (tutti ne abbiamo qualcuna, anche quando gli altri non ce lo riconoscono perché le abbiamo sepolte sotto quelle negative).

4. Gentilezza

Non c'è dubbio che semplicemente sviluppando la gentilezza si genera uno o più stati d'animo positivi e aumenta il desiderio per noi di compiere buone azioni in modo semplice libero gratuito. E' stata insegnata dal Buddha ai suoi discepoli per sviluppare un atteggiamento di premurosità, benevolenza e affetto nei confronti di sé e degli altri. La gentilezza è davvero contagiosa e l'impegno di essere gentile sia con noi stessi che con gli altri è altamente gratificante: possiamo sperimentare una sottile gioia, felicità e un nuovo entusiasmo per la nostra vita. Promuove aspetti del benessere: premurosità, benevolenza, affetto, amore. Si tratta di uno stato mentale completamente disinteressato e puro che reca profitto a noi stessi e agli altri e non c'è modo migliore per conoscerlo che sperimentarlo.

5. Trascorrere del tempo con gli amici

Anche se una vita sociale ricca, varia e romantica non garantisce di per sé gioia, ha un enorme impatto sulla nostra felicità. Impara a passare il tempo con i tuoi amici e fare delle amicizie una priorità nella vostra vita. Il mio consiglio però è quello di verificare che gli amici siano quelli che veramente conoscono tutto di te e, grazie a questo, non hanno bisogno di scuse o giustificazioni.

6. Assaporare ogni momento


Essere in questo momento è vivere il momento. Troppo spesso stiamo pensando in anticipo o in vista del prossimo evento o circostanza nella nostra vita, non apprezzando il "qui e ora." Quando riusciamo ad assaporare ogni momento, stiamo gustando la felicità nella nostra vita.

7. Riposare

Ci sono momenti in cui abbiamo bisogno di tempo per capire, comprendere, e orientarci, per decomprimere; è un buon inizio per fare ordine nella mente. La vita ha ormai nel mondo occidentale un ritmo quasi ossessivo-coatto, a volte molto duro e veloce. Stanchezza, stress e nervosismo possono iniziare a stabilirsi in forma permanente su di noi più velocemente di quanto possiamo pensare. Il miglior rimedio per questo è davvero riposare e rilassarsi. O addirittura annoiarsi: l’ozio, non un vizio, ma l’abilità di riflettere senza necessariamente agire. Un valore per persone e aziende, ed una pratica ambientale.

8. Muoversi

Per migliorare l'umore e il benessere psico-fisico un pò di esercizio non può mancare: eleva il vostro umore e migliora l'autostima e la fiducia. Ma se le giornate sembrano sempre più corte rispetto a tutti gli impegni che abbiamo, sarà poi così facile?

9. Avere una faccia felice

Parafrasando il famoso detto: gente allegra il ciel l'aiuta...
Il sorriso irradia tranquillità, serenità (perché rimanda alle nostre prime esperienze di vita). La gente che sorride tende a cavarsela meglio, a insegnare meglio, a vendere meglio e a crescere figli più felici. C’è più comunicazione in un sorriso che in una minaccia. Perchè l’incoraggiamento è un sistema educativo più efficace della repressione. L’effetto del sorriso è veramente potente. Se volete che la gente sia contenta di stare con voi...A volte dobbiamo fingere: non sto suggerendo dobbiamo essere falsi, stereotipati, ingannevoli o non autentici, ma sto dicendo che, a volte, abbiamo solo bisogno di mettere su una faccia un pò meno triste e continuare ad andare avanti. I ricercatori sostengono che sorridendo ci creiamo una aura easy & friendly che può contribuire a rendere più sopportabile qualche momento di amarezza, di difficoltà, e alla fine renderci davvero meno infelici. O ci si sforza di sorridere o ci si deve sforzare di fischiettare o cantare qualche motivetto conosciuto. Come se fossimo veramente felici, insomma. E questo vi porterà ad esserlo davvero, fidatevi. Ricordatevi sempre che l’azione segue lo stato d’animo, ma in realtà azione e stato d’animo sono contemporanei; e controllando l’azione, che dipende direttamente dalla volontà, si può controllare indirettamente anche lo stato d’animo.

10. Perseguire i vostri obiettivi

L'assenza di obiettivi nella nostra vita ci fa sentire come bloccati e inefficaci. Il perseguimento degli obiettivi nella nostra vita personale, nei nostri rapporti, o nel nostro lavoro, è la differenza tra l'avere una vita mediocre o una vita piena di esperienze, passione ed entusiasmo. 


11. Ricorda il bambino che eri

Un modo per ri-trovare o mantenere la vostra felicità è ricordare la bambina o il ragazzo che eri e giocare, giocare, giocare (ogni volta che è possibile): piccoli ridotti momenti antistress che ci faranno sorridere e ci metteranno di buon umore!

12. Dentro o Fuori?

Ma la felicità è davvero creata da qualcosa o da qualcuno esterno a noi? Sarebbe la nostra fine! Essere felici è un’abilità che si può imparare, è saper godere di ciò che si ha oggi, nel proprio presente, senza rimandare la felicità ad un domani rischiando di sfuggire alla propria stessa esistenza.
Si parla molto di quanto non si ha abbastanza, di quanto si desidera di più o di diverso e questo è l’infelicità, è vedere il cielo sempre grigio, è preoccuparsi e lamentarsi di continuo, è chiudersi agli altri, è chiedersi continuamente “sarò all’altezza?”, è vivere tesi, è non respirare, è temere un futuro, è non godere del presente. E allora Think Pink ✣ Another Pink



sabato 25 gennaio 2020

industrial vintage: grigio marrone nero e il verde delle piante




Come creare un interno dall'atmosfera industriale? Da questo appartamento ♡ troviamo degli spunti interessanti.

Colori: grigio marrone nero e il verde delle piante
Materiali: ferro, pelle, metallo, legno, metallo e tessuti morbidi
Design: spartani tavoli in legno, sedie in metallo con pelle; vetrine industrial vintage
Trucchi: pareti sfumate, plaids ecopelliccia e lana grossa, richiami naturalistici, scaffali metallici

E poi: verde, verde, verde!
Un interno botanico è una oasi ♡ per una vita rilassante e rasserenante. Il verde dona agli interni  industrial vintage molta vivacità e atmosfera.

#interior #interiordesign #interiortips #architecture #homedecor #decor #interiordecor #house #housedesign #apartment #interiorstyle #interiorinspiration #livingroom #bedroom  #bathroom #decortips #loft #loftdesign #style #ointerior #дизайн #дизайнинтерьера #интерьер

  


   

  






 







domenica 12 gennaio 2020

Microcosmo # Maximinimalismo






  




La tentazione è forte: cambiare casa perché è troppo piccola, troppo stretta, troppo soffocante, troppo piena, troppo invivibile!


Tutti i giorni alle prese con i deficit di metri quadri, la tentazione è forte...


E prima vogliamo forse farci venire qualche idea per un eventuale cambiamento? Direi di sì, lasciamoci ispirare da questo fantastico bilocale che, nel suo minimalismo e nella sua semplice eleganza, ci ha veramente sorpreso.


Tutte le soluzioni adottate, dagli spazi indoor-outdoor aperti e confluenti tra loro, alle molteplici idee salva spazio: il tavolo console, il letto pedana contenitore e i tanti armadi a muro, contribuiscono ad "allargare" visivamente lo spazio e tutto sembra più arioso e ampio. Geniale!


Crediti
Comunque lasciatevi ispirare da tutti i miniappartamenti che ho pubblicato!








venerdì 3 gennaio 2020

Ricevere una bella Calza della Befana








  


Se per noi adulti sostanzialmente le feste sono finite, per i bambini o per chi, se pur adulto, è come Peter Pan, sarà l’Epifania e la Befana a chiudere il ciclo delle feste!

 come Peter Pan chi vuole rinunciare ai privilegi dell'essere piccolo, e quindi ricevere una bella Calza della Befana per un'ultima scorpacciata di dolcetti?

L'ultimo impegno quindi è quello di selezionare i dolciumi da comprare o realizzare per riempire questa deliziosa calza cult!

Le calze che mostro sono state quasi tutte realizzate a mano da abili manine, perché a dire il vero, quelle già pronte sono un pò banalotte e dozzinali. Queste invece sono stupende...

Inoltre il modello della calza è veramente facile, bastano un pò di stoffa, ago e filo ed il gioco è fatto. Potete realizzare delle simpatiche calze anche con dei maglioni vecchi o dei calzini vecchi, lasciatevi ispirare!














Ed ecco i cartamodelli per realizzare una bella Calza della Befana velocemente e facilmente perché mancano meno di 3 giorni! Dalla versione più semplice a quella vittoriana a quella più jolly vedrete che farle sarà davvero divertente!