mercoledì 14 novembre 2012

50 Sfumature di Grigio














  














  















  







   





E anche in arredamento abbiamo deciso che, 50 Sfumature Di Grigio in testa a tutte le classifiche letterarie, potrebbe essere di ispirazione. Divertiamoci così a immaginare quale accessorio per la casa, quale decorazione di interni riassumerà al meglio il titolo.

Il gioco è aperto...
sopra ci sono più di 50 immagini tutte rigorosamente ispirate alle sfumature del grigio! E comunque, se adorate il grigio nella'arredamento, non perdetevi tutta la sezione qui.


Camere da letto, bagni, ingressi, giardini, cucine, verande, ect. potranno essere arredati e decorati in modo sempre più soft e raffinato, per allietare anche chi vuole sfruttare la fantasia senza finire in giochi erotici insoliti o improbabili pratiche estreme.


Il grigio tra l'altro nell’arredamento dimostra di essere una base perfetta per ogni stile. Nessuna melanconia, tristezza o monotonia, perché il grigio abbinato al legno, ai tessuti, al ferro battuto, alle ceramiche e ai rivestimenti, rende di tendenza anche il più anonimo degli ambienti.

Ah dimenticavo... io non ho letto questo libro, forse perchè ho l'impressione che mi accada quello che successe tanti anni fa quando i miei amici vollero andare a vedere American Gigolo: mi sono addormentata (e non perchè fossi stanca)!

Penso e riporto quello che pensa la Fisher

La Fisher individua nell’amore tre fasi distinte: il desiderio (o libidine), l’attrazione (amore romantico) e l’attaccamento. Ciascuna di esse coinvolge distinti sistemi cerebrali caratterizzati da una specifica biochimica. La libidine spinge ciascun individuo alla ricerca di un rapporto sessuale. In questa fase a farla da padrone sono il testosterone negli uomini e gli estrogeni nelle donne. Il ruolo dell’attrazione romantica è, invece, quello di direzionare e focalizzare questa attenzione indifferenziata verso un individuo particolare. Responsabili di questa fase sono tre potenti sostanze chimiche: adrenalina, dopamina e serotonina. Solo successivamente entra in gioco l’attaccamento uomo-donna evolutosi per garantire protezione, sicurezza e cure adeguate alla prole. In questa fase ci vengono in aiuto le endorfine e ormoni come l’ossitocina e la vasopressina. Il rilascio delle endorfine è stimolato da rapporti stabili nel tempo. Le endorfine creano la sensazione della dipendenza, in maniera tale che se il nostro partner è lontano desideriamo che torni.














Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...