domenica 4 novembre 2012

Provenza: una bastide del XVIII secolo









Nel cuore della Provenza, in una cornice eccezionale di vigneti, boschi e oliveti, due coniugi e i loro cinque figli realizzano un sogno: far rivivere una bastide del diciottesimo secolo ormai addormentata = abbandonata da oltre mezzo secolo!

Una bellissima storia di ristrutturazione di una casa impegnativa per volumi e lavori necessari, affrontata con entusiasmo e energia, con passione e creatività, utilizzando materiali nuovi e materiali di recupero, per raggiungere un risultato straordinario nell'esaltare la pietra, il cemento, le volte, i pavimenti, ect.

La sensazione minerale della pietra allo stato grezzo all'interno della casa si esalta nel contrasto con un universo accogliente, caldo e confortevole fatto di tessuti, imbottiti, cuscini, coperte, ect.

La migliore riuscita in arredamento si ottiene spesso grazie alle opposizioni di materiali: la pietra e i tessuti, il ferro e il legno.


Come in precedenza anche in questa casa mostro come la pietra, solida, possente, è un elemento naturale che ci regala ricordi di un ancestrale passato e, allo stesso tempo, di una sobria e modernissima eleganza. E soprattutto, basta a se stessa. Un muro in pietra, infatti, diventa in men che non si dica protagonista di un ambiente e allo stesso tempo palcoscenico ideale per altri complementi e elementi di arredo.








2 commenti:

  1. Une ambiance provençale que j'affectionne...
    Gros bisous

    RispondiElimina
  2. I am visiting thanks to the lovely Marsha and I am so glad that I did--this absolutely gorgeous! And it is in Provence, where I live too. :-) I can tell you that it is rare that this couple found this home, abandoned after so long and how lovely that they did such a wonderful restoration. I could move right in...
    With my best,
    Heather at Lost in Arles

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...