mercoledì 13 marzo 2013

Scelte da un Matrimonio: il Bianco




















  

  











  










  












Non solo bianco ottico, ma anche bianco panna, bianco avorio, bianco crema, bianco perla, bianco puro, bianco papiro, e chissà cos'altro per un matrimonio.

Non avendo una preferenza per la sfumatura, ma avendo le idee ben chiare su i modelli degli abiti da sposa, gli accessori, gli allestimenti, qui vi mostro le mie preferenze!

Di recente abbiamo appreso tutti che i matrimoni civili superano quelli con rito religioso; è stata una notizia battuta e dibattuta dappertutto che fa il paio con quella relativa al calo dei matrimoni.

Perché? Non lo sappiamo e per ora a mio avviso è inutile chiederselo. Io non ho una risposta, però penso che, il drastico calo dei matrimoni è spesso legato a una grande in­sicurezza e paura del futuro, sensazione o idea di non farcela a mantenere gli impe­gni presi.

In questo senso le convivenze sembrano essere uno specchio del nostro tempo; talvolta sembrano, come è stato osservato, «le figlie dell'ansia, della paura condivisa da uomini e donne che anche il proprio matrimonio finisca a pezzi come quello dei genito­ri o degli amici».

Questa paura finisce talvolta per diventare una profe­zia che si autoavvera; è noto dal punto di vista psicologico quan­to la paura che un evento si realizzi contribuisca paradossalmen­te al suo realizzarsi.

Le nostre società occidentali presentano uno strano paradosso. 

1 Da un lato si nota una situazione di benessere senza precedenti, che consente di risolvere con facilità la maggior parte dei problemi legati alla sopravvivenza, offrendo a un sempre maggior numero di persone possibilità di istruzione e di cura.

2 D'altra parte questa aumentata sicurezza presenta un costo molto alto: la proliferazione della paura. Per uno strano meccanismo psicologico, la ricerca eccessiva di sicurezza non elimina la paura, ma porta piuttosto a incentivarla.


Da questo punto di vista sembra di assistere su scala collettiva alla tipica dinamica del bambino viziato: quanto più è stato cresciuto nella bambagia, al riparo da ogni possibile fastidio grazie a genitori premurosi e iperprotettivi, tanto più manifesta una profonda sfiducia in se stesso, diventa triste, noioso, pieno di paure, insofferente a tutto.


Letta nell'attuale clima di grande recessione economica, la connessione tra paura e sicurezza rileva corsi e ricorsi interessanti. Freud lo fa notare nella sua celebre opera "Il disagio della civiltà", la cui data di apparizione, il 1929, è significativa. 

Per Freud la moderna civiltà nasce da una forma di baratto, in cui l'uomo rinuncia a essere felice per poter essere sicuro, scambiando le proprie pulsioni, di per sé distruttive, con la sicurezza che la civiltà può fornire: «L'uomo civile ha barattato una parte della sua possibilità di felicità per un pò di sicurezza».

Non è vero?

Comunque rifacciamoci gli occhi con queste foto della serie: così BIANCO che più BIANCO non si può, un matrimonio rigorosamente in bianco.















2 commenti:

  1. HOW beautiful.....!!!
    Gorgeous choices,pure magic:-)))*
    Rosa Clara wedding dresses are really amazing!

    Wish you good rest of the week,
    Waremly,
    ***Violetta***

    RispondiElimina
  2. J'ai eu beaucoup de plaisir... Un beau voyage au coeur du mariage... Gros bisous

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...