venerdì 13 gennaio 2012

Living Small Miniappartamento di 25 mq: lo avreste mai detto?

Monolocali: spazi in ascesa... ma come arredare un miniappartamento di proporzioni così esigue?

Anche se si ha una casa piccola non significa che non si può vivere sognando e simulando una certa grandeur!

25 mq: guardandolo, direste che questo "mini" appartamento è così piccolo? E che un arredamento quasi fastoso è costato veramente poco? Ora vi racconto la storia di questo minuscolo appartamento trasformato grazie ad una fertile immaginazione!
















Le caratteristiche salienti di questo monolocale o miniappartamento sono:

1° La porta si apre su un paesaggio in prospettiva: una villa palladiana con portico e vasca. In realtà è un pannello di cotone montato sulla parete.

2° Le 2 piccole stanze, una dopo l'altra, sono di dimensioni uguali: 2,5 x 4,5 metri, più un piccolo bagno.

3° La precedente cucina è stata trasformata in sala da pranzo con angolo cottura.

4° Il soggiorno occupa l'altra stanza con il suo divano letto che di notte ovviamente trasforma la stanza in camera da letto.

5° Tutti i lavori sono stati fatti in economia dal proprietario (non voleva spendere troppo perché in realtà queta non era casa sua). Quindi spugnature sui muri e sbiancatura del parquet sono tutti fai da te.

6° Aveva a disposizione un solo armadio: lo ha modificato e ne ha creati altri tre. Uno subito a destra entrando per contatori, aspiratore e scope (è una struttura in legno, dipinto a straccio, come le pareti, con due porte). Gli altri due armadi si trovano nel soggiorno - camera da letto ai lati del caminetto: approfittando di una leggera sporgenza del muro, sono stati creati da una parte e dall'altra due armadi, uno a tutta altezza per gli abiti, l'altro (non sarebbe neanche proprio un armadio) è a metà altezza e sopra ha degli scaffali per i libri.

7° Ogni centimetro è contato; il soggiorno o camera da letto ha doppia funzione, ed è risolto con un divano letto centrato sulla parete lunga, di fronte al caminetto (la sera c'è giusto lo spazio per aprirlo)!

8° Le poltroncine in soggiorno, inizialmente in legno cerato, sono state recuperate con una patinatura leggera e schiarente (fatta con semplici vernici). Lo stesso dicasi per lo specchio sopra il caminetto e il lampadario.

9° I muri delle stanze sono dipinti a secco. Per il soggiorno prima una mano di bianco e poi un'altra di rosa salmone ed infine una di beige (tutte e due le mani rapidamente e grossolanamente asciugate prima che si seccassero).

10° Vicino alla finestra della piccola sala da pranzo un tavolino da bistrot serve per la colazione, ma per i pasti si sovrappone un piano rotondo pieghevole di oltre 1 metro di diametro.

11° Sempre nella piccola sala da pranzo, per ingrandire un pò lo spazio, l'armadio è dipinto come le pareti.

12° La credenza è stata schiarita e verniciata e dietro di essa un muro dipinto in finta pietra raccoglie l'angolo cottura che si trova mascherato al riparo di un piccolo muro in pietre "rotte" ad arte. Accanto alla credenza, sospesa, la pattumiera in un grazioso contenitore di vimini e un ripiano.

13° Il mio commento: una ristrutturazione che merita veramente molti complimenti, sia per i risultati, sia per il budget utilizzato: a mio avviso uno dei migliori esempi di ristrutturazione di un miniappartamento!

Pubblicato su Art & Décoration n. 336 di Settembre 1995

Small Spaces 269 SqFt - Ft² - Miniappartamento di 25 mq



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...