sabato 7 maggio 2011

Miniappartamento a Parigi: 40 mq per 4 persone e 1 cane

Dès l'entrée de ce 40 m2, on tombe sur la cuisine

Dalla porta di ingresso si entra nell'abitazione attraverso il corridoio-cucina. Il passaggio con 3 scalini porta alla stanza dei bambini, angolo doccia e servizi igienici. In primo piano, l'ufficio (sedia di Arne Jacobsen), che viene installato in un angolo che in realtà è del cane. In sostanza tutto è costituito da una capsula sotto la quale si infila il letto della coppia durante il giorno, per scivolare fuori la notte.



Tutti i muri sono concepiti per archiviazione, come qui in cucina. Non ci sono maniglie, armadi e cassetti si aprono con una spinta.



Due letti sul soppalco per i bambini: sul pianerottolo i tre gradini e due porte che conducono alla camera dei bambini con il loro letto sul soppalco. Una parete scorrevole (l'unica in tutto l'appartamento) installata su rotaie per separare in caso di conflitto.



Il soggiornino una volta sceso il letto si trasforma in stanza da letto della coppia.



Nella capsula stanza dei bambini e doccia, è ricavata una alcova che funge da divano, sotto la quale scivola il letto della coppia durante il giorno. Completamente rivestita in ecopelle, questa nicchia è protetta dai rumori della stanza dei bambini. Sopra c'è un video proiettore (la macchia nera), i film sono proiettati su uno schermo sulla parete opposta.



E infine l'angolo pranzo con vista sul cortile dove tutta la famiglia mangia (escluso il cane!)



Nessuna spreco di spazio: gli scalini che portano al soppalco sono cassetti per posate, sacchi per la spazzatura e scarpe. Ancora una volta, si aprono con una spinta. via www.cotemaison.fr

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...