domenica 14 marzo 2021

Raffinate Boiserie da realizzare facilmente





















Il segreto di una fantastica casa, che sia in stile classico oppure in stile contemporaneo è questo elemento d’arredo, che abbellisce la casa con discreta eleganza: la boiserie. Oggi una serie di idee e proposte su come realizzarla nella propria abitazione. Questo elemento d’arredo in particolare rende lo stile della casa elegante, curato, definito, forte e incisivo.

La boiserie nascosta

Questo elemento d’arredo abbellisce gran parte delle abitazioni signorili e storiche. Si tratta però di un elemento nascosto, che svolge la sua funzione con riservatezza. La boiserie è una decorazione solitamente realizzata con pannellature di legno, arricchite da modanature, rilievi, fregi e incisioni ad effetto.

Naturalmente rivestire l’abitazione di pannelli in legno è impegnativo soprattutto dal punto di vista economico. Per questo motivo, suggerisco un escamotage utile e più economico nel mondo dell’home decor.

Si tratta di cornici sottili, incollate sulle pareti e poi lasciate al naturale oppure verniciate, che restituiscono lo stesso effetto della boiserie. Il prezzo è notevolmente più contenuto, perché non bisogna usare grandi pannelli di legno, ma semplici modanature o cornici sottili.

Come trasformare casa con la boiserie

1° Un primo modo di migliorare l’aspetto di una casa è quello di collocare le cornici della “finta boiserie” progettando dei rettangoli simmetrici.

2° Queste cornici sottili in legno andranno poi dipinte o dello stesso colore della parete o di un colore diverso e contrastante. Per esempio, è possibile tinteggiare le pareti di un raffinato color tortora di tendenza e, poi colorare le cornici della boiserie di bianco.

3° Il vantaggio è quello di rendere l’aspetto della casa o dell’ambiente molto sofisticato conseguendo uno stile classico contemporaneo.  

Classicità # Modernità

Le boiserie classiche seguono schemi geometrici, oppure possiedono fregi e lavorazioni quasi barocche. Quelle più moderne invece si sono reinventate con nuovi schemi, forme e colori. All’interno dei riquadri di una boiserie, poi, è un’idea inserire quadri o specchi decorativi che saranno ulteriormente valorizzati da queste riquadrature.

Un ultimo appunto ironico e divertente è la boiserie disegnata con i gessetti su una parete lavagna, esecuzione perfetta di una boiserie riccamente decorata in stile settecentesco.





domenica 7 marzo 2021

Millennials green-enthusiast o green-expert








Ieri sera i ragazzi sono tornati con tante piantine e 2 alberi, 1 di limoni e 1 di mandarini cinesi, per il loro terrazzo e i loro balconi: sono proprio Millennials! Non so se più green-enthusiast o green-expert!

Nomisma, società di consulenza strategica ed aziendale
“The World After Lockdown" 
ci dice che sono aumentati i consumatori italiani dall’identità spiccatamente green, i cosiddetti green lover. 
C'era da aspettarselo!

Analizzando le abitudini, i consumi e le aspettative relative al “post coronavirus” su un campione di 1000 acquirenti italiani con un’età compresa tra i 18 ed i 65 anni, emerge che nel 2019 i green lovers erano 16 milioni (pari al 32% della popolazione), e oggi, dopo il periodo di lockdown se ne contano 19 milioni (39% della popolazione).

Nel dettaglio nel 2019 12 milioni di connazionali (24% della popolazione) si sono occupati di prendersi cura di terreni, orti e giardini (green-expert) e 14 milioni (27%) di piante e fiori (green-enthusiast). Il fenomeno dei green enthusiasts coinvolge soprattutto le donne con un'età media di 45 anni. La quota di nuovi hobby farmers cresce anche nelle famiglie con redditi mensili superiori a 2.500 euro al mese (10%) e tra chi ha fatto smart working (11%).

In un periodo in cui le persone sono costrette a trascorrere molto più tempo a casa, è letteralmente esplosa la passione per il giardinaggio. A onor del vero, già prima della pandemia il fenomeno stava vivendo una grande rinascita, ad esempio nelle grandi città.

Boom di piante online

Che sia un escamotage contro ansia e stress, un desiderio di riavvicinamento con la natura, o semplicemente la voglia di rendere piacevoli e confortevoli angoli e luoghi che abitiamo, quest’attività sta vivendo un vero e proprio boom anche in ragione di una consistente nuova generazione di start up che sfida le grandi piattaforme, i DNVB, cioè Digitally Native Vertical Brands, conosciuti anche come D2C (Direct to Consumer) o V-commerce, che nascono, e vivono, online.

Lezio, Bakker, Flobflower, esempi in Italia; ma anche, 
The Sill, Bloomscape o Bergamotte. Pure Xtribe, esempi fuori dai nostri confini, 

cavalcano l’onda verde generata durante il lockdown: la piattaforma italiana punta allo sviluppo di un mercato di prossimità attraverso un geo marketplace che permette a privati, commercianti e professionisti di vendere (noleggiare e scambiare, barattare) i loro prodotti e servizi a persone che si trovano nelle vicinanze. Dunque anche fiori, semi, attrezzi, piante, terra e terricci, e tutto l’occorrente per il giardinaggio.

Ma tutto questo hype per gli angoli verdi in casa ha anche altri motivi: le piante d’appartamento: 
  1. migliorano la qualità dell’aria interna, migliorano la produttività e persino, sembra, l’immunità, 
  2. riducono ansia e stress, 
  3. sono molto più facili da curare e richiedono molta meno responsabilità rispetto, ad esempio, ad un animale domestico
  4. gratificano e migliorano il benessere in casa 
  5. l'ortoterapia ha effetti benefici su chi soffre di depressione e ansia 
  6. coltivare la terra, sporcarsi le mani, curare le piante e seminare sono tutte attività che in qualche modo ci riconciliano con la vita e con la natura e ci aiutano a trovare sollievo da problemi interiori.















Bianco Nero ♠ Presente Passato










A chi si chiede perché mi piacciono gli interni con stili diversi, rispondo che pressoché tutti gli stili contemporanei approdano ad un punto morto da soli: o incorporano elementi del passato o periscono irrimediabilmente in un vuoto nel quale si sente sempre più imponente la mancanza di quella inclinazione naturale che esige quel gusto per la qualità, quell'arbitrio decorativo, tipici del passato!

Quella inclinazione che ci porta a giocare con diversi stili, provenienze ed epoche, per creare e ammirare qualcosa di nuovo. Talvolta l'approdo è veramente un décor immaginario, misto tra reminescenze vissute e arredi estemporanei che sfuggono a qualsiasi classificazione.

Quanto cerchiamo oggi di inserire nelle nostre abitazioni uno specchio francese, un ritratto inglese, una colonna romana, un tappeto turco, un mobile settecentesco? Molto spesso, quasi sempre!

In molti paesi nordici, nel Regno Unito, in Germania e soprattutto in Russia, il neoclassicismo non ha sostanzialmente conosciuto interruzioni fino ai tempi moderni; e in questi spazi, in questi arredi, si percepisce l'importanza dell'Europa, l'Europa dei grandi viaggiatori, degli eruditi, degli esteti.

La splendida dimora che mostro oggi è un esempio di come non sia necessario dare particolare risalto e pezzi di pregio, quando la struttura e i colori (in questo caso una grande prevalenza del contrasto bianco nero) si iscrivono in una armonia generale che non ha bisogno di altro! Una eccellente semplicità per un effetto di grande raffinatezza!












domenica 14 febbraio 2021

SUPERBONUS 2021: la guida definitiva su come usarlo


Nell’estate 2020, all’interno del decreto Rilancio, il governo ha deciso l’emissione del Superbonus 110.

Questo Superbonus 110 consiste in una detrazione fiscale del 110% su alcuni interventi di riqualificazione ambientale per lavori svolti tra il 1 Luglio 2020 e il 31 Dicembre 2021.

Questa guida ti aiuta a capire in maniera semplice come accedere al Superbonus per le riqualificazioni edilizie. E' stata realizzata da: Papernest Italia, azienda che si occupa di informazione nel mondo dell'energia attraverso il sito web csttaranto.it (Papernest è di recente entrata tra le Top Tech companies in Europa). 

Puoi effettuare i lavori nella tua abitazione principale, nella seconda casa, o ancora nella tua nuova casa se ti trasferisci, dove potrai effettuare i lavori, accedere al superbonus e farti anche assistere anche nell’attivazione delle utenze luce e gas.

Ma attenzione! Il Superbonus non è una novità assoluta, infatti, magari meno conosciuti, ma erano già in vigore due bonus che garantivano una possibilità di detrazione fiscale dal 50% all’85%, applicabili per:

- interventi di riqualificazione del patrimonio edilizio (conosciuto come Sismabonus)
- interventi di riqualificazione energetica (con il nome di Ecobonus)

La novità però è nella forma della detrazione, a cui infatti da quest’anno si potrà accedere in anticipo tramite le forme giuridiche:

- dello sconto dal fornitore
- e della cessione del credito


Che cos’è il Superbonus e come accedere all’agevolazione?

Il superbonus è una detrazione di imposta, e di conseguenza ha effetto sull’ammontare dell’imposta ma non sul reddito imponibile lordo, e non sull’ammontare dell’aliquota fiscale.

Per capire:

Fatto il tuo reddito imponibile 100, con un’aliquota fiscale del 20%, se il Superbonus ti da accesso a una detrazione di 5, ti ritroverai a pagare un’imposta totale di 15.

100 x (20%) = 20 = imposta lorda
20 – 5 (detrazione fiscale) = 15 = imposta netta

I tipi di detrazioni del Superbonus per tipologia di intervento

Il decreto distingue tra due tipi di interventi: trainanti e trainati. Alla prima categoria di interventi trainanti spettano i bonus maggiori. Questi Superbonus sono applicati anche agli interventi trainati solo se eseguiti insieme ad interventi trainanti.

Gli interventi trainati

- Isolamento Termico: su una superficie maggiore del 25% della superficie disperdente lorda.
- Sostituzione di impianti di climatizzazione, raffrescamento, riscaldamento e fornitura d’acqua
- Interventi Antisismici



Gli interventi trainati

Questi interventi possono accedere al Superbonus solo se eseguiti in contemporanea con almeno uno degli interventi di cui sopra, e sono:

- Lavori di efficientamento energetico
- Installazione di colonnine di ricarica per mezzi elettrici
- Impianti solari fotovoltaici
- Installazione di sistemi di accumulo



Chi può accedere al Superbonus?

Ricordiamo che il Superbonus non si applica agli edifici classificati come abitazioni signorili, ville e castelli.

E di conseguenza il bonus è accessibile da:

- condomìni
- persone fisiche
- Istituti di case popolari
- Cooperative ed imprese no-profit
- Associazioni sportive dilettantistiche


In particolare la detrazione spetta al soggetto che abbia sull’immobile un diritto reale di godimento (proprietà, nuda proprietà, uso, usufrutto, abitazione, superficie). O al locatario che esegua i lavori con il consenso del proprietario.

Come si misura la detrazione?

L’importo detraibile con il Superbonus ammonta al 110% dell’ammontare pagato per i lavori (con certi massimali), e viene suddivisa in 5 quote annuali.

La misura della detrazione non potrà ovviamente essere superiore all’imposta lorda annuale.

Per consultare i massimali di detrazione per i vari interventi potete recarvi sul sito dell’Agenzia delle Entrate.


I requisiti per essere ammessi al Superbonus

Affinché i lavori siano ammessi al Superbonus essi dovranno rispettare i requisiti imposti dal Ministero dello Sviluppo Economico.

- E dovranno assicurare un miglioramento di almeno 2 classi energetiche dell’edificio in seguito ai lavori. E come si misura? Bisogna richiedere un Attestato di Prestazione Energetica (APE) prima e dopo i lavori.
- Accederete al Superbonus se i lavori vi consentiranno di passare da una classe energetica E ad una classe energetica C, per esempio.

Come anticipare la riscossione della detrazione?

Esistono due modi per non dover aspettare 5 anni per rientrare dell’investimento o per non dover pagare tutto l’ammontare dei lavori in un primo momento.

1. Lo sconto: è possibile usufruire di uno sconto direttamente dall’impresa che presta i lavori, di un’importo massimo pari all’importo dei lavori. Il fornitore godrà così di un credito d’imposta cedibile.
2. Il credito d’imposta: il credito con il fisco che si viene a creare una volta pagato l’importo dei lavori, potrà essere riscattato nelle canoniche 5 quote annuali. Ma si tratta di un credito che è anche cedibile, e che può essere venduto ad istituti di credito o altri intermediari finanziari, o altri soggetti.

Quali sono le condizioni per applicare lo sconto o la cessione?

Questa operazione per anticipare la possibilità di usufruire dello sconto o della cessione del credito i lavori devono riguardare alcuni specifici settori:

- Recupero del patrimonio edilizio
- Riqualificazione energetica (Ecobonus)
- Progetti antisismici (Sismabonus)
- Restauri delle facciate
- Impianti fotovoltaici
- Colonnine di ricarica per veicoli elettrici


Gli adempimenti burocratici per accedere al Superbonus
Per poter beneficiare delle detrazioni del Superbonus è necessario adeguarsi ad alcuni adempimenti burocratici previsti dal Decreto. I documenti necessari sono:

- Visto di conformità: che verifichi l’esistenza dei presupposti per accedere al Superbonus
- Una dichiarazione di un tecnico specializzato, in caso di interventi di efficientamento energetico
- Una dichiarazione di un professionista in caso di interventi antisismici

Questa guida completa e riassuntiva creata per te da csttaranto ti aiuta a capire come usufruire del Superbonus senza cadere in errori. Quello che vi consigliamo se aveste dei dubbi è di rivolgervi al vostro geometra o tecnico di fiducia che possa consigliarvi su come procedere con lavori, burocrazia e certificazioni.


Fonte: https://www.csttaranto.it/superbonus-guida-detrazioni/