domenica 20 settembre 2015

Il comò: versatile e indispensabile








Verso la fine del regno di Luigi XV, nel XVIII secolo, il comὸ, già molto diffuso, evolve per far nascere lo chiffonnier, un nuovo concetto di mobile, più alto e più stretto, con tre cassetti sovrapposti. È pensato per gli strofinacci se in cucina, oppure per i gioielli e altri piccoli oggetti se nelle altre stanze della casa. Il numero di cassetti è variabile... finché fa il suo trionfale ingresso la cassettiera settimanale! Questa declinazione dello chiffonnier fa riferimento, come lo indica il nome, ai sette giorni della settimana con un cassetto al giorno. Il mobile serviva, in effetti, a dividere la biancheria pulita, in particolare gli indumenti intimi, per ogni giorno della settimana.

E adesso?

Oggi, questo mobile non è più riservato esclusivamente alla biancheria intima e resta un intramontabile elemento per arredare un ingresso, un salotto o, più spesso, una camera. Pratico e funzionale, viene proposto in una moltitudine di stili e saprà rendersi facilmente indispensabile.

Venuto meno l'uso iniziale, la cassettiera settimanale designa ormai in modo più generico uno chiffonnier di più di cinque cassetti. E qui voglio mostrare le mie preferite!





















Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...