sabato 26 luglio 2014

Pastel Palette

























Pioniera di questo stile (ancora shabby chic? No!) è stata Rachel Ashwell, che ha iniziato andando in giro per i mercatini dell'usato e per i junk store che in America sono l'equivalente dei rigattieri in Italia.

Dopo aver trovato mobili con forme classiche o tradizionali, ispirati al passato, li dipingeva di bianco, dando poi a questi mobili un look datato, vissuto e vecchio con abili tocchi che spaziavano dalla scartavetratura negli angoli soggetti a maggior usura, fino alle patinature per simulare più stratificazioni formate dal tempo.

Rivestendo poi sedie e divani con delle fodere (bianche o pastello) da poter rilavare e rinnovando quindi tutto con cuscini o accessori, "rinfrescava" vecchi mobili e suppellettili. 


Le caratteristiche di questo tipo di arredo sono:


1° eleganza naturale di mobili e arredi anche rustici, ma nobilitati da una patina di vernice sbiancante;

2° prevalenza del colore bianco e dei colori pastello

3° uso di materiali naturali come il legno massello non troppo trattato

4° riciclo e riutilizzo di vecchi mobili in stile attraverso una blaccatura, una riverniciatura, un re-styling di patine che lasciano intravedere intagli e decori del legno.

Shabby chic è un dolce, intraducibile mix di romanticismo proveniente dalla Francia, di spirito country derivante dall'America e di eleganza vittoriana proveniente dall'Inghilterra. Ciò che meglio caratterizza questa tendenza è il lato vissuto dei suoi mobili, nonché il look semplice, easy e "cosy" del suo arredo.




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...