sabato 19 ottobre 2019

Come vivere in un seminterrato: 25 idee




     





  






















Premesso che un seminterrato non è quasi mai la soluzione ideale, l'esigenza o il desiderio di vivere in certe zone, dove le proposte abitative sono spesso costose e inaccessibili, ci portano a ragionare diversamente e a scoprire le possibili potenzialità degli spazi seminterrati. 


Certi seminterrati inoltre hanno praticamente affacci da piano terra e magari anche uno spazio esterno, quindi meglio non scartarli e provare a immaginarli meglio di come si presentano.


Infatti, nonostante la posizione potenzialmente sfortunata, nel seminterrato di un condominio l’idea di ricavarne un appartamento non solo funzionale ma anche comodo e di stile si presenta molto ambiziosa, ma non impossibile. 


Gli esempi che mostro sopra provano quanto sostengo.


Il principale problema sono le finestre, quasi sempre alte e gli affacci sull’esterno, quasi sempre  limitati. Le proprietà infatti quasi sempre non godono del diritto di affaccio ma solo di luce.


È quindi a partire dai vincoli esistenti, dalla disposizione delle finestre alla eventuale limitata metratura, che bisogna partire.


I seminterrati sono di frequente umidi e bui, pertanto come primo intervento occorre realizzare un vespaio aerato, un vano isolante che separa la superficie residenziale (il pavimento) dal terreno sottostante e, se possibile inserire nuove aperture per garantire un maggiore riscontro d’aria, se necessario. 


Per fare questi lavori è necessario rimuovere completamente la pavimentazione e i rivestimenti esistenti, rifare intonaci e rasature, tinteggiare, sostituire il pavimento, e quindi valutare costi e benefici.


Ma a parte questo nulla è impossibile e quindi, se le foto vi ispirano... Buon Lavoro!




Nessun commento:

Posta un commento