martedì 29 aprile 2014

Tocchi di Rosa







Rosa sì, rosa no, cosa fare, cosa non fare

Il rosa bubblegum degli anni '60 è passato, assolutamente out.
I rosa che vanno oggi sono un pò pastello, cipria, pallidi, tenui, e a volte un pò più intensi come le versioni rosa magenta e rosa orchidea.


Un tocco di rosa è sicuramente l'opzione vincente, una intera stanza non sarà forse brutta, ma certo appesantirà l'ambiente, durerà poco perché stancherà presto. Qualche tocco è sufficiente per illuminare una stanza senza sopraffare mobili e arredi o senza farla apparire infantile.

Un modo semplice per utilizzare bene il rosa è di impiegarlo come un accento di colore. Con l'aggiunta di accenti rosa nella tappezzeria, nei tendaggi o, meglio, negli accessori, si mantiene l'ambiente fresco e vibrante.

Nell'esempio dell'appartamento sopra è indicativo di come, su base neutra, questo colore apporti carattere e tendenza.

Assolutamente kitch le versioni metallizzate e supershine.


Credit Mi casa




venerdì 25 aprile 2014

Manhattan: ritratto nell'Upper East Side








Elegante, chic, glam, sofisticato ma soft e sereno: incantevole!





mercoledì 23 aprile 2014

ITACA: Pietra, Cemento, Legno








E pensare che, solo 4 anni fa, questa casa, ora Villa Kalos, situata sulla splendida isola greca Itaca, era in rovina, completamente abbandonata, salvo uno stormo di uccelli che nidificavano nei locali del sottotetto.

Quello che era un vecchio e dissestato edificio, nascondeva un potenziale che, scoperto, ha permesso ai nuovi proprietari di realizzare una guest house.

In effetti a Itaca questa è una casa per il viaggiatore che desideri trascorrere le vacanze nella tranquilla campagna greca, con le acque azzurre del Mar Egeo a pochi minuti di distanza. 

Questo bellissimo edificio in pietra è così risorto e trasformato in una lussuosa, se pur sobria, villa boutique. 
Complici i mandorli e gli ulivi che punteggiano la vicina campagna, l'unico suono che si sente sono le capre che belano a vicenda attraverso i campi. Difficile decidere se è la piscina di acqua salata con vista sulle splendide vedute dell'isola, o la promessa di nessuna tecnologia, solo pace e tranquillità, che ci ha affascinato.

Gli interni sono tipici di una villa in una isola greca - pavimenti in cemento, pareti in pietra, panchine in cemento lucidato, travi in ​​legno, sottili tende di mussola alle finestre e strati di lino. 

Immagini: foto© Robbert Koen per Est Magazine





domenica 13 aprile 2014

Un piccolo, piccolissimo, cottage







Un piccolo, anzi piccolissimo cottage che ha il dono di riflettere una atmosfera molto chic, se pur naturale per l'abbondante uso del legno ovunque, dal soffitto al pavimento, alle pareti. Ma incantevole per la scelta molto misurata dei pochissimi arredi.

La scelta di vivere in un miniappartamento a volte non è facile, ma il prezzo e/o la posizione possono essere attraenti, quindi è presto fatto. Non appena si fa il trasloco però ci si accorge che metà della roba non entra. E allora si diventa nervosi, contrariati, cupi...

Invece riprendetevi e liberatevi di... mobili, vecchi vestiti, oggettistica, libri, scarpe, cianfrusaglie varie. E sapete una cosa? Non avrete perso nulla. Piano piano credo che vi chiederete come avete fatto ad avere tanta roba inutile intorno!

www.tumbleweedhouses.com



mercoledì 9 aprile 2014

Miniappartamento Saint-Germain des Prés panna e tortora



  





Come colori panna e tortora, come stile basic nella camera da letto e tradizionale shabby nel piccolo soggiorno, luce dalle finestre ammorbidite da morbidi tendaggi, e arredi semplici, consentono ad un miniappartamento di fornire una sensazione di spazi luminosi e ariosi. 

Il segreto sta nella scelta di mobili dalle proporzioni ridotte ma confortevoli. Rispettare la stessa tavolozza di colori per creare l'unità da una stanza all'altra, anche in quest caso, fa sembrare più grande una casa piccola.

Ma anche all'esterno il fascino è assicurato: siamo a Parigi, vicino alla Senna, a Saint-Germain des Prés.

www.cotemaison.fr

La scelta di vivere in un miniappartamento a volte non è facile, ma l'affitto e/o la posizione possono essere eccezionali, quindi è presto fatto. Non appena si fa il trasloco 
però ci si accorge che metà della roba non entra. E allora si diventa cupi...

Invece riprendetevi e liberatevi di... mobili, vecchi vestiti, oggettistica, libri, scarpe, cianfrusaglie varie. E sapete una cosa? Non avrete perso nulla. Piano piano credo che vi chiederete come avete fatto ad avere tanta roba inutile intorno!








sabato 5 aprile 2014

L'armadio contiene il nostro stile: 6 suggerimenti per averlo in ordine













  






Ad ogni cambio di stagione, autunno-inverno o primavera-estate, ritorna il problema di organizzare gli armadi: devono essere concepiti per utilizzare tutto lo spazio orizzontale e verticale in modo efficiente. E tenere a portata di mano ciò che veramente si usa quotidianamente o settimanalmente, confinando negli spazi alti più difficili da raggiungere ciò che non serve nella stagione in corso.

Ma al di là di questo occorre ripensare seriamente al contenuto dei nostri armadi. E perciò ho stilato una breve lista di suggerimenti.

SELETTIVITA'

riservate il vostro armadio per abiti e accessori che amate al 100%. Non è possibile avere un armadio pieno di capi di abbigliamento che non abbiamo voglia di indossare, di abbinare, o persino di guardare. Invece lasciare spazio solo a capi e accessori che ci fanno sentire felici di vestirci ogni mattina. Ogni singola cosa nel vostro guardaroba dovrebbe esprimere il vostro stile personale perfettamente, in modo da impostare i vostri elevati standard di stile e gusto.

DEFINIZIONE

sviluppare un ben definito stile personale significa migliorare e perfezionare il look. Quindi bisogna passare un pò di tempo a creare un concetto di stile ben definito sempre che, ovviamente, si abbiano le idee chiare. Ogni singola cosa nel vostro guardaroba deve riflettere il vostro stile personale.

QUALITÀ anziché QUANTITÀ

Avere un bell'armadio con alcuni pezzi chiave destinati a durare più stagioni anziché legati all'ultima moda di turno, oltre che frenare lo shopping impulsivo e la caccia al presunto affare, consente di non avere melanconicamente quei capi che si buttano dopo una stagione, perché inadeguati o inadatti al nostro look! Selezionate attentamente ogni nuova aggiunta al guardaroba e prestate particolare attenzione alla vestibilità, al tessuto, al colore e al taglio di ogni pezzo. Un maglione perfetto è sempre meglio di cinque maglioncini tipo straccetti.

AUTENTICITÀ

La cosa migliore è creare un proprio look unico e ricercato. Meglio dimenticare tipologie di stile convenzionali come stile classico, stile casual, stile sport, ect.
Non esiste un unico guardaroba perfetto, solo uno che si adatta al tuo stile individuale e al tuo carattere, oltre che ovviamente al tuo stile di vita. Quindi non prdete tempo a leggere gli articoli tipo "10 cose che ogni donna dovrebbe avere nel suo guardaroba", tanto vi rifilano sempre la solita camicia bianca e derivati, e non perdete tempo a cercare di capire, ma create un look unico e costruite il vostro guardaroba intorno ad esso.

FUNZIONE

Avete presente quella che si presenta in campagna con i tacchi a spillo e il vestito di raso rosso? Cerchiamo di focalizzare l'obiettivo per forma e funzione. Dobbiamo essere in grado di camminare, correre e ballare con ogni abito, ma questo non vuol dire che ci siano capi per ogni occasione.
Il guardaroba perfetto non solo deve essere in base alle vostre preferenze estetiche, ma anche essere pienamente funzionale: i jeans devono adattarsi bene, i maglioni devono tenere caldo, i bagagli devono portare le cose senza rovinare la spalla, le scarpe dovrebbero essere comode per tutto il giorno.

TENDENZE DI MODA

sì, entusiasmarsi per le tendenze della moda che soddisfino il proprio stile, ma poi però ignorare tutte le altre tendenze.
Lo stile personale è prima di tutto un mezzo di auto-espressione. Quindi buon divertimento per il look, intelligenza nello sperimentare e trarre ispirazione dalle nuove tendenze. Avvertimento: non seguire le tendenze ciecamente. Invece, valutate con attenzione se un capo di tendenza è coerente e si adatta al vostro concetto di stile individuale e se merita un posto a lungo termine nel vostro guardaroba.

CONSIGLI

Organizzare sempre i vestiti che vanno da chiaro a scuro e da sinistra a destra nel vostro armadio. Il vostro  occhio seguirà il colore e quindi Vi aiuterà a mantenerlo organizzato.

Non mettere mai un indumento immediatamente dopo averlo stirato, in quanto questo può effettivamente causare nuove pieghe. Invece occorre avere pazienza, aspettare cinque minuti prima di indossarlo.





Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...