sabato 10 novembre 2012

Non ho niente da mettermi - I have nothing to wear








Proprio la scorsa settimana ho cambiato ARMADIO: più grande, più capiente, più alto, più largo, più ampio, più più più...
e poi ovviamente tra qualche giorno dirò la fatidica frase: non ho niente da mettermi! Ma allora questo armadio che l'ho cambiato a fare? E per quale motivo, se è strapieno, non ci trovo mai niente?

Quello che per molte di noi è un incubo, per altre è diventata una sfida. Sarah  Lazarovic, una giornalista canadese, ha dimostrato come si può sopravvivere senza comprare vestiti per un anno e essere comunque anche alla moda!!!

La strategia della giornalista per sentirsi meglio è quella di creare un diario visivo che comprende abiti che aveva acquistato e pensieri accompagnati da riflessioni sul significato di economizzare per i veri bisogni, es. mangiare, in una società lanciata verso una profonda crisi economica: "Abbiamo bisogno di pensare come e cosa mangiare. Siamo in piena recessione, ma le marche, i brand, continuano a dire che dobbiamo comprare, comprare, comprare, e lo fanno attraverso la pubblicità, attraverso internet (così è molto più facile). Tutto è molto contraddittorio, dice Sarah Lazarovic.

Il fatto è che se guardiamo nei nostri armadi, la maggior parte di noi ha vestiti più che sufficienti per sopravvivere perfettamente ed essere alla moda almeno per un anno (se non forse per un decennio, se si hanno capi classici e senza tempo, come fanno gli inglesi). L'unica cosa è che questa dieta ci impone di essere più creativi con quello che si ha già e ci permette anche di risparmiare denaro prezioso.


Molti hanno l'armadio pieno, ma questa frase quante volte la ripetiamo? "Non ho niente da mettermi"...!

Il trucco per creare look e stili diversi c'è: dare ai vestiti una serie di accessori. Scarpe, gioielli, cinture, cappelli, borse, sciarpe, occhiali da sole, copricapo, ect. possono cambiare radicalmente l'aspetto degli abiti che già abbiamo!

Sul sito The Great American Apparel Diet le seguaci che intendono fare "dietashopping" per un anno (con l'eccezione di calzature, accessori e lingerie) possono spiegare le motivazioni che portano a fare questa dieta.

Simile a questo è il progetto I sei elementi sfida, in cui i partecipanti devono scegliere sei capi di abbigliamento, e si impegnano a vestirsi per un mese solo con questi abiti.

Cosa ne pensi del concetto di "dietashopping"







E queste deliziose immagini mi fanno pensare a quando eravamo bambine. Per mamme e nonne non era un problema; se proprio non trovavano nulla nell'armadio di interessante, con stoffe ago e filo... creavano! Manine d'oro!








1 commento:

  1. Il est vrai que la tentation est là partout ! et pourtant nous n'avons pas un besoin extrême de toutes ces choses proposées...
    On veut toujours changer alors qu'on a tout juste porté ce qu'on possède et très souvent même nous portons toujours les mêmes vêtements !

    Une belle publication... une prise de conscience!
    Bon weekend, gros bisous.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...